Consulta per la vita, celebrazione per la Beata Chiara Mondragone

 

Si è svolta nella parrocchia di San Rufino la celebrazione eucaristica nella memoria liturgica della beata Chiara “Luce” Badano, presieduta da Mons. Orazio Francesco Piazza. Alla festa hanno partecipato molti giovani e devoti della Beata, del Movimento dei Focolari.

 

Il Vescovo ha presieduto la celebrazione con i sacerdoti e con don Nando Iannotta, vicario episcopale del settore ‘Vita’, conferendo il mandato alla Consulta giovanile diocesana.

Al termine della messa è stata benedetta l’immagine della beata deposta poi nella cappellina a lei dedicata nei locali parrocchiali. Il parroco don Osvaldo: «Chiara ha detto il suo “Sì” a Dio ogni giorno, con una maturità spirituale che è propria di chi ha messo Dio al primo posto vivendoLo nell’attimo presente. Ha amato anche la malattia che l’ha irradiata di luce e di senso, ha posto ogni fiducia in Gesù ed è oggi un modello autentico di vita cristiana per tutti … I giovani sono chiamati ad imitare il suo slancio vitale, la sua fede e la sua determinazione ‘Se lo vuoi tu Gesù, lo voglio anch’io!’».

 

Nata a Sassello (SV) diocesi di Acqui il 29 ottobre 1971, in un famiglia umile ma di viva fede, viene educata dalla mamma ad amare Gesù fin da bambina ed a riconoscerlo nei poveri e nei piccoli. A 9 anni scopre il Movimento dei Focolari e vi si immerge con entusiasmo facendo proprio l’ideale dell’unità. Inizia il liceo nell’intento di recarsi come medico in Africa, ma a 17 anni un osteosarcoma fa crollare ogni suo sogno. In unione con Gesù si affida senza riserve alla volontà di Dio, certa di essere da lui immensamente amata, e rinnova il suo sì.

Alfonso Antitommaso

Corriere di Caserta – 3 novembre 2014