Tributo di affetto e riconoscenza alle esequie di mons. Maritano

Acqui Terme. In tanti hanno voluto essere presenti alle esequie del vescovo emerito della diocesi di Acqui, mons. Livio Maritano, celebrate in Cattedrale nella mattinata di venerdì 9 maggio: presuli, sacerdoti, autorità e fedeli. Un omaggio di affetto e di riconoscenza.

Affetto che molti nutrivano per il vescovo sempre presente, sempre discreto, sempre attento alle esigenze di tutti; la riconoscenza per aver messo a disposizione di tutti le sue doti di cultura e di intelligenza e per la fede che il pastore per più di 21 anni di presenza sulla cattedra di San Guido aveva saputo rinvigorire con la parola, con gli scritti, con l’insegnamento. Venerdì 9 maggio, alle ore 10, ad Acqui erano presenti mons. Pier Giorgio Micchiardi (presidente della celebrazione) mons. Pier Giorgio De Bernardi di Pinerolo, mons. Giacomo Lanzetti di Alba, mons. Luciano Pacomio di Mondovi, mons. Vittorio Gatti, vicario generale di Alessandria. Hanno mandato messaggi di condoglianze: mons. Franco Lavignana di Aosta, mons. Edoardo Cerrato di Ivrea, mons. Giuseppe Anfossi emerito di Aosta, mons. Sebastiano Dho emerito di Alba, mons. Giuseppe Cavallotto vescovo di Cuneo Fossano.

Oltre ai familiari, oltre a Maria Grazia Magrini per tanti anni segretaria del vescovo di Acqui, oltre ai genitori di Chiara Badano, numerose le autorità civili e militari presenti alla cerimonia funebre, che era stata preceduta, nella mattinata di giovedì 8 maggio a Torino da una celebrazione funebre in Cattedrale, con la presenza di mons. Cesare Nosiglia che ha presieduto la celebrazione, sua Em. il card Severino Poletto, mons. Pier Giorgio Micchiardi, mons. Guido Fiandino, ausiliare di Torino, mons. Giuseppe Guerrini, di Saluzzo, mons. Francesco Ravinale, di Asti, mons. Giuseppe Mana di Biella, mons. Luigi Bettazzi, emerito di Ivrea, mons. Marco Arnolfo, arcivescovo di Vercelli.

La bara con la salma di mons. Maritano era giunta in cattedrale ad Acqui nel pomeriggio di giovedì. Alla sera una veglia funebre ha visto una numerosa partecipazione di fedeli. Verso le 14 di venerdì si è tenuta la tumulazione nella cripta della cattedrale, in forma strettamente privata. La santa messa di trigesima sarà celebrata in Cattedrale venerdì 6 giugno ore 18. Tutti i fedeli della diocesi sono invitati a partecipare.

 

L’ Ancora – Settimanale d’informazione di Acqui - Gio, 05/15/2014