Sono una mamma e ho due bambini. Mi sono innamorata di Gesù dopo che mi ero separata. L’ho cercato e non ho neanche faticato molto a trovarlo, forse perché era lui che invece mi stava chiamando da tanto tempo. Ho trovato per caso il libro su Chiara: un vero raggio di luce, anzi molto di più. Non conoscevo la storia di Chiara. In internet vi sono le sue foto. Ciò che mi ha colpito di lei è la dolcezza, la bellezza ma anche il desiderio grande di farsi piccola per amore di Gesù. La vita vissuta alla luce d un mistero più grande, che non sempre la gente capisce, perché nota solo la malattia, la caduta dei capelli, e non riesce ad andare oltre. Ma l’oltre è una dimensione dove il dolore ha un valore grandissimo, pieno di significato, sorgente di salvezza non solo di noi stessi ma anche dei fratelli. Anch’io sono una salvata. Nel fissare lo sguardo sul volto di Chiara, che sembrava dormisse, una tenerezza si è impadronita di me. Questa ragazza mi è entrata nel cuore, la sento vicina nelle esperienze che ho vissuto. Leggere Chiara in questo libro è come ricevere una carezza, perché la sua testimonianza reca speranza. M. Christina

 

Chiara è totalmente presa dalla forza di Dio che cerca di vivere ogni attimo come se fosse il primo: essere felice delle piccole cose, scegliere con cura come sceglierà i canti e il vestito per presentarsi davanti al Signore. Giunta a una meditazione così profonda, la sua anima assaporava già la beatitudine e la serenità, al punto di staccarsi dagli oggetti e dalle persone concentrandosi nell’ideale di compiere la volontà di Dio. Gesù ci manda delle persone che lasciano un segno nella nostra vita e ti aiutano a comprendere ciò che solo attraverso la sofferenza è possibile capire. Chiara ha accettato la malattia come un dono. Questa è la santità, perché diventa possibile solo se si vive veramente la fede. Anna T. – Belforte

 

Voglio dirvi che anch’io negli Stati Uniti elevo preghiere per la beatificazione di Chiara, soprattutto nella mia cara lingua lituana. E’ bello avere amici in Cielo, e voglio affidare a Dio, attraverso l’intercessione di Chiara, i miei problemi e le mie difficoltà. Robert Cox – Garland (Texas)

 

Sono Maria, ho 45 anni, coniugata e con due figli. Ho conosciuto tramite il sito la figura della beata Chiara Badano. Nella sua giovane età ha manifestato una fortezza enorme, che solo un Amore infinito può dare. La fede è la grazia più grande, che si apprezza in particolare quando sembra che tutto stia per finire. L’ho provato allorché, quattro anni fa, a mio marito è stato riscontrato un tumore al cervello. Fin dal primo momento abbiamo affidato tutto al Signore e alla sua santa volontà. Nonostante le difficoltà che malattie di questo tipo presentano, andiamo avanti giorno dopo giorno, confortati dalla presenza costante del Signore. Ringrazio Iddio per tutto ciò che ci ha donato e ci sta donando e lo ringrazio tantissimo per avermi dato la possibilità di conoscere, in Chiara, una persona eccezionale, la cui vita è di grande insegnamento a tanti noi adulti che, pur maturi negli anni, abbiamo ancora molto da imparare sulla potenza dell’Amore. Maria Raffaella - Locri