Vogliamo condividere con voi quello che Chiara ha fatto per noi. La consideriamo “strumento della nostra conversione”. All’inizio non riuscivamo a capire che cosa veramente suscitasse in noi il suo esempio, ma sentivamo nel cuore qualcosa che forse avevamo dimenticato. Parliamo dello stupore. Attraverso Chiara, almeno nella nostra giovane famiglia, Gesù ha voluto stupirci dell’amore del Padre; e pensiamo che lo stupore sia la nostra prima vera risposta a tale Amore, perché genera vere conversioni e ci apre al Mistero senza porci troppe domande, ma insegnandoci ad affidare nostra vita alle sue mani. Nella sofferenza più acuta non ha permesso che questo stupore che genera l’Amore venisse soffocato; anzi attraverso le prove più dure si è fidata di Dio, e le ha trasformate in “legna” da ardere per alimentare questo Fuoco! Paolo e Federica 

 

Sento anch’io di appartenere a questa realtà di Chiara, non fosse altro che per l’immenso beneficio interiore che procura la sua figura. Da tanto mi sono messo sotto la sua protezione, perché questa luce che lei ha ricevuto e che continua a trasmettere non sia un beneficio di pochi ma risplenda sull’umanità. In parrocchia ho iniziato a seguire alcuni giovani di 15-16 anni: vorrei che anche loro scoprissero almeno un raggio di questa luce e cerco di far riferimento a quanto Chiara mi trasmette! La testimonianza di Chiara non è significativa solo per i giovani, ma non meno per gli anziani ed in genere per tutti. Il suo fulgido esempio ravviva, accresce e irrobustisce la fede in coloro che l’hanno già, e poi eventualmente evidenziarla in coloro che ritengono di non averla. Oggi, soprattutto oggi, c’è bisogno di santità! Ernesto