Carissima amica, sono una giovane di diciannove anni, e da quando ho avuto la grazia di conoscerti non posso far altro che pensare sempre alla luce di Dio che splende in te. Vorrei con tutto il cuore che la nostra amicizia potesse divenire ogni giorno più splendente. Anima pura e bellissima, so che guidata dalla tua luce non potrò perdere mai la via esatta per raggiungere il nostro sposo Gesù. Dona la pace alla mia famiglia, ai miei amici… Dona a noi tutti lo Spirito di Gesù, l'unico in grado di rendere ogni cosa preziosa. Luce meravigliosa, intercedi per tutti noi, guarda il mio cuore e accetta il mio amore di creatura fragile. Ti voglio bene e te ne vorrò sempre. Grazie per essere entrata nella mia vita e di averla resa piena d'amore. Carolina

 

Ciao, mi chiamo Maria. Oggi ho terminato di leggere il libro su Chiara: troppo bello. Alla fine, piangevo! Mi piacerebbe essere come lei, sempre allegra e serena; le ho chiesto di aiutarmi a somigliarle. Dovrei affidarmi maggiormente a Dio, come faceva lei, ma in questo periodo mi riesce un po' difficile anche perché sto trascurando la preghiera. Sai, da quando faccio questo lavoro, anche se sono contenta perché i miei titolari sono brave persone, mi sono un po' persa perché lavoro la sera e non ho più la possibilità di partecipare alla vita parrocchiale. Inoltre i miei titolari, nonostante io ce la metta tutta per renderli contenti, non hanno abbastanza fiducia in me. Inoltre, da due mesi è arrivato un collega che si diverte a provocarmi per farmi irritare. Ho cercato di fargli capire che sbaglia, ma è tutta fatica inutile. Così ho capito che devo offrire la mancanza di fiducia dei miei titolari e le provocazioni del mio collega a Gesù Abbandonato. Siccome è difficile ho chiesto aiuto a Chiara e spero di riuscirci. Un grosso abbraccio, Maria A.