Tra le testimonianze di santità, l’esempio di Chiara

Luce d'Amore - Onlus

Tra le testimonianze di santità, l’esempio di Chiara

Gli Esercizi spirituali del Papa

Secondo la consuetudine anche quest’anno, dal 13 all’11 marzo, ha avuto luogo in Vaticano il corso di Esercizi spirituali, a cui ha partecipato Benedetto XVI insieme ai suo collaboratori della Curia romana.
La predicazione svolta nelle tre meditazioni quotidiane è stata affidata al padre carmelitano François Marie Léthel, docente nella Pontificia Facoltà teologica Teresianum.

In preparazione alla Pasqua e alla beatificazione di Giovanni Paolo II, il egli ha sviluppato il tema: “La luce di Cristo nel cuore della Chiesa: Giovanni Paolo II e la teologia dei Santi”. Papa Wojtyla è stato, insieme, «un pastore, un missionario, un mistico, un pensatore e un poeta».

Si è formato alla scuola di figure sante in particolare di S. Tommaso, S. Giovanni della Croce, S. Luigi Maria Grignion de Montfort- e ha posto in evidenza l’importanza dei santi: sono esempi di perfezione e insieme veri conoscitori di Dio, sebbene molti di loro non hanno frequentato corsi accademici di teologia.

Il padre Léthel ha illustrato, oltre alle figure di S. Caterina da Siena e S. Teresa di Lisieux, la testimonianza esemplare di spose e madri, per poi dare risalto a tanti laici tra cui la giovane beata Chiara Badano, la cui vita semplice e breve è stata un autentico cammino di santità.

Di Chiara ha sottolineato l’ardente amore a Gesù, alimentato quotidianamente dal Vangelo e dall’Eucaristia; la costante obbedienza alla volontà divina fino a giungere, nei lunghi mesi di malattia, a un’ammirevole conformità a Gesù Crocifisso: nella serena e gioiosa attesa dello Sposo.

Il “grazie” del Papa al predicatore: “Ci ha fatto sentire la Chiesa quale comunione dei Santi”.

 

Fonte: Credere All’Amore – Edito da Luce d’Amore  Onlus – Aprile 2011