L’amore non ha confini

Luce d'Amore - Onlus

L’amore non ha confini

Giunto a Roma per la beatificazione di Giovanni Paolo II, il 6 maggio Mons. Assogba ha voluto venire a Torino per riferirci sull’opera creata nel Bénin in nome di Chiara Badano.

I bambini stanno bene, e l’educazione che le suore – unitamente al personale – impartiscono loro, sia nell’internato che nella scuola, inizia a dare frutti, e di questo i loro genitori sono veramente felici. Quindi tutto prosegue bene.

Riguardo alla costruzione del dispensario, così utile per la salute dei piccoli del Centro e del villaggio, dopo aver ottenuto i vari permessi, si è acquistato e recintato il terreno. Il vescovo della diocesi ha benedetto la prima pietra.

Attualmente in caso di urgenza, la suora deve recarsi in motocicletta con il bambino legato alla schiena al dispensario “più vicino”, che dista parecchi chilometri. Infatti, nella zona del nostro Centro, non esistono servizi pubblici di trasporto.


È commovente l’entusiasmo del vescovo emerito di Cotonou, che tanto ama e fa amare Chiara. A lui dobbiamo quanto finora è stato creato nel nome della nostra Beata che tanto amava i bambini dell’Africa, dove si da ragazzina aveva desiderato recarsi come medico.

Meritano grande riconoscenza quanti ci inviano offerte a questo fine, come pure la Caritas di Acqui Terme e il Servizio Diocesano Terzo Mondo di Torino. E’ proprio vero che, goccia a goccia, nel nome del Signore si possono compiere “meraviglie”.

L’amore non ha confini; occorre avere fede e, come faceva Chiara, “fidarsi di Lui”.