Associazione Luce d'Amore Onlus
lucedamoreonlus@gmail.com

Dio non abbandona chi confida nella Provvidenza

Luce d'Amore - Onlus

Dio non abbandona chi confida nella Provvidenza

Il 6 agosto 2007 a Hevié, piccola frazione di Houèdo-Dénou appartenente all’arcidiocesi di Cotonou, è entrato in funzione il dispensario sanitario “Chiara Luce Badano”, a beneficio della popolazione locale e in particolare dei bambini. Per questa iniziativa umanitaria si era iniziata la raccolta di offerte nel 2002 e proseguite regolarmente fino al completamento dell’opera.


I lavori realizzati furono il pozzo, la “torre” per l’acqua, il muro di recinzione, la garitta del guardiano, il dispensario infermieristico, la casetta per le suore, gli arredi necessari e una prima-casa fa-miglia destinata a ospitare bambini orfani di genitori o in stato di abbandono, affidati ad una “mamma”.

Nell’ottobre-novembre 2016, come vicepostulatrice della Causa di canonizzazione della beata Chiara Badano e a nome della ONLUS Luce d’Amore, durante il mio viaggio missionario nel Bénin, ho avuto l’opportunità di recarmi presso questa Missione, non solo per visitare il piccolo villaggio, ma per condividere momenti di preghiera e di agape fraterna, verificando il proseguimento di alcune opere in corso. La popolazione si è sempre mostrata entusiasta, ospitale e riconoscente. Innamorati della Beata Chiara continuano ad affidarsi alla sua intercessione presso Dio.

Suor Rita, Madre Generale della Congregazione della Visitazione, in occasione delle scorse festività natalizie, si è recata presso la Missione di Hevié portando due suore come aiuto alla religiosa Lydie già operante sul luogo.
Ha condiviso, come ho potuto allora constatare, la vita quotidiana delle consorelle che vivono in una realtà molto povera, verificando di persona le attività che quotidianamente si svolgono nella semplicità e con dedizione di tutto il personale nel dispensario, e in aiuto alle donne e alle ragazze disagiate nell’insegnare lavori manuali, igiene… La gente del luogo è pacifica, ma molto povera e vive unicamente di piccolissime risorse derivanti dall’agricoltura, purtroppo a uno stato ancora rudimentale.

Il sogno di Madre Rita e di tutti noi era quello di aprire, così come è stato fatto già a Bohicon, un reparto maternità col relativo laboratorio di analisi, evitando alle gestanti di percorrere lunghe di-stanze e partorire per strada. Con nostro grande dolore questo sogno è stato interrotto da parte del Governo (per costruire una strada più grande) con l’abbattimento quasi totale del dispensario, costruito con tanti anni di sacrifici, fatiche e amore.

Dopo lunghi contatti telefonici e lacrime, si è deciso fermamente di ripartire, confidando nella divina provvidenza. Certi che Dio non abbandona gli “ultimi”, non possiamo restare indifferenti. Attendiamo la vostra preghiera e il vostro sostegno. Il Signore ripaga al centuplo quanto fatto per i più piccoli. Vi informeremo sul prosieguo dei lavori, sui progetti futuri… Grazie!

 

Mariagrazia Magrini