Associazione Luce d'Amore Onlus
lucedamoreonlus@gmail.com
Giornata importante nella diocesi di Acqui Terme (AL)

11 giugno 1999

Sono passati 20 anni dall’inizio ufficiale dell’Inchiesta diocesana, voluta dal Vescovo Mons. Livio Maritano secondo le norme della Santa Sede per le Cause dei Santi, a riguardo della giovane Chiara Badano. Tre Vescovi si sono succeduti: da Mons. Maritano a Mons. Pier Giorgio Micchiardi e ora a Mons. Luigi Testore. Con tutti la Postulazione ha tenuto un rapporto di rispetto e di ubbidienza, dimostrato anche dal recente incontro cordiale e sereno con Mariagrazia Magrini, ed epistolare con padre Florio. Se in questi ultimi anni Mons. Maritano, Promotore della Causa a nome della Diocesi di Acqui, insieme ai primi due Postulatori e al Relatore, ha raggiunto la sua “tanto amata figliola”, come commosso la definiva, e i membri ufficiali della Postulazione hanno per ora terminato il loro generoso e instancabile operato, riconosciuto dalla Chiesa nella persona del Santo Padre, la devozione verso la Beata Chiara prosegue. Non conosciamo i tempi di Dio per giungere alla Canonizzazione con un ulteriore miracolo, ma al Signore tutto è “presente”, “tutto è grazia”! Perché non ripercorriamo insieme questo cammino? Dopo la beatificazione della Martire Teresa Bracco in Torino (24 maggio 1998) Mons. Livio Maritano decide di iniziare un altro processo di canonizzazione, quello della giovane Chiara Badano deceduta il 7 ottobre 1990 a 19 anni. È l’11 giugno 1999, festa del Sacro Cuore di Gesù e ricorre il centenario della consacrazione del mondo da parte di Papa Leone XIII al Sacro Cuore quando si inizia ufficialmente l’Inchiesta diocesana presso il Vescovado di Acqui.

 Ottenuto il 25 settembre il parere positivo della Conferenza Episcopale Piemontese, il 7 ottobre il Vescovo nomina don Giovanni Pesce (per la Diocesi) e don Pasquale Liberatore – SdB (per la fase romana)- come Postulatori e Vicepostulatrice Mariagrazia Magrini, quindi chiede il “nulla osta” alla Santa Sede, poi concesso il 17 novembre.L’apertura dell’inquisizione diocesana si svolgerà in varie sessioni con l’escussione di 72 testimoni, in stragrande maggioranza “de visu” e alcuni “de auditu a videntibus”. Il Processo verrà concluso il 21 agosto 2000; il 23 il Transunto, (13 volumi), sarà consegnato alla Congregazione delle Cause dei Santi in Roma con l’apertura, il 7 ottobre seguente, della fase romana presso la Congregazione per valutare l’esemplarità di vita cristiana di Chiara Badano.D’allora in poi si realizzerà tutto il “lavoro” necessario allo studio della vita della Serva di Dio con i due poderosi volumi della Positio, realizzati da Mariagrazia Magrini (nominata collaboratrice dal Relatore p. Cristoforo Maria Bove – OFM Conv. e dal nuovo Postulatore p. Florio Alessandro Tessari – OFM Cap.).

Seguirà l’iter che con velocità sorprendente porterà al titolo di Venerabile (3 luglio 2008) e, col riconoscimento di una guarigione miracolosa, alla Beatificazione: 25 settembre 2010.