Giugno: mese dedicato al Sacro Cuore di Gesù e al Cuore Immacolato di Maria

“Il Signore ci guarda sempre con misericordia. Non abbiamo timore di avvicinarci a Lui!”

                                                                                                                                             Papa Francesco

 
La devozione al Sacro Cuore va attribuita soprattutto a santa Margherita Maria Alacoque (1647-1690). Monaca visitandina nel monastero di Paray-le-Monial nei pressi di Autun in Francia, santa Margherita ebbe per 17 anni apparizioni di Gesù. La prima visione risale al 27 dicembre 1673 e la santa nella sua autobiografia la racconta così: «Per portare a compimento questo mio grande disegno ho scelto te, abisso di indegnità e di ignoranza, affinché appaia chiaro che tutto si compie per mezzo mio». 

Nella solennità del Sacro Cuore di Gesù (venerdì 11 giugno 2021), la cui festa si celebra subito dopo la solennità del Corpus Domini (domenica 6 giugno 2021), si ricorda anche la Giornata di Santificazione Sacerdotale: occasione importante non solo per i sacerdoti di riflettere sulla preziosità del loro ministero, ma anche un invito per tutti noi fedeli per comprendere l’aiuto che possiamo donare all’interno delle nostre comunità parrocchiali.

Il giorno dopo la solennità del Sacro Cuore di Gesù, la Chiesa celebra la memoria liturgica del Cuore Immacolato della Beata Vergine Maria (sabato 12 giugno 2021). L’origine di tale culto lo ritroviamo anche nelle parole dell'evangelista Luca “Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore” Lc 2,19. Il Cuore Immacolato è il “luogo” sicuro in cui dimorare per trovare: amore, pace, serenità, coraggio, forza...
 
Per tutti noi, inoltre, il mese di giugno rappresenta l’inizio di una grande “avventura”. Spendersi per una Causa ha sì un ‘prezzo’, ma Dio sa come ricompensare lavoro, fatica, impegno, sacrifici… 

Ricordiamo che 22 anni fa, in occasione della festa del Sacro Cuore di Gesù -11 giugno 1999- esattamente cento anni dopo il giorno in cui Papa Leone XIII aveva consacrato il mondo al Sacro Cuore, Mons. Livio Maritano, nella Cappella del Vescovado di Acqui, apre ufficialmente l’Inchiesta per la Beatificazione di Chiara Badano, secondo le norme della Santa Sede per le Cause dei Santi. 

Accompagnati sempre dalla misericordia di Dio e dalla sua benevole presenza, si inizia un cammino lungo, e nello stesso tempo brevissimo, che si concluderà in un tripudio di gioia: la beatificazione di Chiara Badano (25 settembre 2010).

Accogliamo l’invito dei Santi. Fermiamoci per qualche istante dinnanzi al Tabernacolo per adorare la presenza di Gesù in mezzo a noi. Impegniamoci affinché la misericordia del Cuore di Gesù, così come ci ricorda la beata Chiara Badano, raggiunga tutte le periferie del mondo: «Aprici gli occhi, Signore, perché possiamo vedere che ci inviti a pranzo, che ci dai il pane. Aprici gli occhi perché possiamo vedere la fame degli altri. Tu ci da il pane, tu ci dai il tuo amore. Aiuta noi pure a donare ciò che abbiamo ricevuto. Pane e amore». Chiara Badano

Seguici sulla pagina di facebook e  clicca sul link⇒ Luce d’Amore Onlus – Beata Chiara Badano