Progetto “Arcobaleno” – India

Luce d'Amore - Onlus

Nel 1992 una suora in lacrime perché non può più proseguire con l’impegno assunto dalla Caritas locale suona alla porta del Vescovado di Acqui. Accolta da mons. Livio Maritano, viene rincuorata: egli si assume l’incarico di proseguire nel nome di Chiara Badano, allora Serva di Dio.

Suor Aruna Castelino

La suora in questione si chiama Aruna Castelino, cinquant’anni di vita consacrata come Figlia di Maria Ausiliatrice il 5 agosto 2019; Indiana e missionaria; coordinatrice di centinaia di adozioni nelle Missioni di Mumbai, grazie alle quali si riesce a far studiare i bambini di strada che vivono nell’enorme slum in situazioni di povertà e degrado.

Suor Aruna ha avuto la possibilità di raggiungere anche i villaggi dei quattro Stati di Maharashtra, Gujarat, Goa e Karnataka…, ma c’è ancora tanto da fare per sostenere i bambini costretti a vivere nelle baraccopoli.

Con suor Aruna nasce una fratellanza che dura sino ad oggi. Purtroppo dal 2016, a causa del decesso di mons. Maritano e di situazioni difficili, come ad esempio la distruzione del Centro di Hêvié-Dénou nel Bénin, si son dovuti sospendere gli aiuti destinati ai progetti da lei coordinati, ma il cammino non si è mai sospeso.

Di sé afferma:  I miei genitori mi hanno chiamato Aruna che significa aurora e vorrei essere sempre e ovunque l’aurora di un domani migliore, di un futuro di speranza per i bambini e i giovani più poveri e abbandonati. Il vescovo Maritano l’aveva compreso e per questo voleva starci vicino come un padre, invitando a non fermarci nel fare il bene. Fui più volte ospite di lui ad Acqui Terme e, a Torino, nel mio ultimo viaggio in Italia nel 2013. Con gioia sono state riprese le adozioni a distanza e i progetti, sempre seguiti con amore e impegno dall’Associazione Luce d’Amore Onlus e da Mariagrazia Magrini, nipote della nostra grande madre Cesira Gallina, giunta ventenne tra le prime missionarie nella nostra terra.
Divenuta Madre provinciale é rimasta tra noi, dopo un sessennio in Thailandia, in un instancabile dono sino alla fine della vita.
Mentre vi ringrazio per tutta la vostra bontà che vi spinge ad essere genitori adottivi per un bambino  o una bambina,
mi faccio voce di tutti questi destinatari della vostra beneficenza e prego:

Non potrò tacere mio Signore, i benefici del tuo amore per aver messo al mio fianco tante persone care e buone
 che mi hanno aiutato a crescere e a maturare nella mia vita umana, cristiana, religiosa e salesiana.
Se mi metto ad enumerarli, Signore Tu lo sai che il mio elenco non finirà mai...
Ti chiedo dunque di colmare ciascuno di questi miei cari amici e benefattori e le loro famiglie
 con il Tuo amore e la Tua pace e gioia pasquale e di concedere ad ognuno un’esperienza 
sempre più profonda della gioia di partecipare nella mia missione che è TUA, 
e di essere strumento di un’AURORA DI SPERANZA NUOVA per i bambini e giovani d’oggi più poveri
 e delusi perché nei loro occhi risplenda la luce di un domani migliore e di un mondo nuovo!

Suor Aruna con i suoi bambini

 

Mons. Livio Maritano affermava che «la carità nel nome dei Santi non deve avere limiti, perché la Carità non ha confini»
e questo, anche nel nome suo, sta avvenendo. Ringraziamo il Signore!”.

Il video messaggio di suor Aruna  in occasione della 94a Giornata Missionaria Mondiale 2020 

Clicca sul link ⇒ Informazioni per adozioni a distanza e donazioni