Diocesi di Acqui in festa: Chiara Luce Badano dichiarata Beata

Luce d'Amore - Onlus

Diocesi di Acqui in festa: Chiara Luce Badano dichiarata Beata

Per tre volte, in dodici anni, la Chiesa, nella persona del Papa, ha ufficialmente presentato tre cristiani della Diocesi di Acqui come modelli di vita cristiana e come intercessori.

Nel 1998 è stata dichiarata “Beata” una giovane contadina di S. Giulia di Dego, Teresa Bracco, che, a vent’anni, nel 1944, ha preferito la morte alla profanazione della propria persona.
Nel 2001 è stato proclamato “Santo” il Vescovo Giuseppe Marello, pastore zelante della Diocesi dal 1889 al 1895 e fondatore dei Giuseppini.

Il 25 settembre è stata proclamata “Beata” Chiara Badano, una diciottenne studentessa di Sassello, morta di cancro nel 1990, che ha saputo offrire la vita al Signore, fidandosi della sua bontà paterna, anche nel periodo di atroce sofferenza che ha dovuto affrontare.

“Sia per i credenti, sia per coloro che sono in ricerca di Dio, – sottolinea il Vescovo di Acqui Pier Giorgio Micchiardi – le tre figure offrono, con la loro esistenza, un messaggio eloquente. Aiutano a comprendere che la vita vissuta senza ideali non ha senso. La beatificazione di Chiara Badano rappresenta un dono e una responsabilità per tutta la Diocesi. È, soprattutto, un invito forte a interrogarci sulla nostra pastorale giovanile. Dobbiamo, innanzitutto, chiederci: ci impegniamo ad offrire agli adolescenti, che hanno ricevuto il dono della Cresima, un percorso di vita cristiana? E quando ci cimentiamo in questa difficile, ma entusiasmante avventura, ci rendiamo conto della necessità di indirizzare gli adolescenti e i giovani per vie che conducono ad un rapporto personale e profondo con Gesù Cristo? L’esempio di Chiara Badano che ci viene presentato dalla Chiesa, ci faccia riflettere seriamente e ci infonda fiducia e coraggio nel nostro impegno educativo.”

 

Fonte:www.vallibbt.it – 26 settembre 2010