Voci di riconoscenza e di supplica – Anno 2012

Luce d'Amore - Onlus

Voci di riconoscenza e di supplica – Anno 2012

Sono un seminarista della diocesi di Napoli. Per caso ho udito il racconto di Chiara Badano da parte del mio formatore, mi sono incuriosito e nel desiderio di saperne di più sto leggendo “Uno sguardo luminoso”. Da quel momento cerco, per quanto mi è possibile, di prendere questa Beata come esempio concreto da imitare: mi è molto faticoso, ma veramente bello. D’altronde, ogni cammino per la santità è duro. Pregherò per i tanti giovani, che oggi purtroppo si sentono disorientati, affinché possano trovare nella gioia di vivere di Chiara la vera luce che porta a Gesù. Marco G.

Ho cercato di conoscere la storia di Chiara e mi sono innamorata della sua anima, così semplice e così forte. Ho pianto di commozione e di speranza. Diffonde la “Luce” e la fede anche in chi non la conosce, perché parla alle anime. Cinzia F. – Catania

Ho 51 anni e vivo in Calabria. Ho alle spalle tristi vicende familiari. Pur appartenendo a famiglia molto credente, non ho mai avuto un rapporto di vera fede con Gesù. È arrivato però un giorno in cui anch’io mi sono imbattuto nella meravigliosa esperienza di Chiara Badano. Da allora ho la sensazione di avere davvero qualcuno al mio fianco che mi incoraggia. Nel leggere la sua biografia le lacrime mi scorrono irrefrenabili: le voglio un bene profondo! Chiara sta stravolgendo la mia vita: continuamente mi fa sentire la sua presenza e cerco di offrire un po’ d’amore agli altri. Il miracolo è già avvenuto in me. L’unica cosa che le chiedo è di ottenermi la forza di vivere ogni giorno il mio “sì” a Gesù. Emanuele A.                          

Sempre con lei io ero, sono e sarò; ne parlavo, ne parlo e ne parlerò ai miei bambini del catechismo, affinché possano conoscere sempre meglio la beata Chiara! Tiziana C. – S. Mauro T.

Chiara ci ha insegnato a essere felici. Ha trovato la felicità anche nella malattia, e possiamo anche noi imparare da lei dove sta veramente il segreto per essere felici. Non è forse, già questo, un miracolo? Peppe P. – Termini I.

Voglio ringraziare il Signore e Chiara per un momento molto forte vissuto con gli animatori dell’oratorio della mia parrocchia. Ho voluto mettere sotto la protezione di Chiara il primo incontro di formazione, ed è stata grande la gioia nel vedere tanti giovani di una delle zone meno felici della mia diocesi rimanere commossi davanti a questo gigante di santità. don Giuseppe G.

Mi sono immersa con grande interesse nella biografia “De lumière en lumière” della beata Chiara, a cui il S. Padre ha fatto allusione nella scorsa domenica in piazza S. Pietro. Un monaco benedettino, mio amico, mi ha consigliato di leggere questo libro, “il migliore” per conoscere Chiara. Da quando ho conosciuto la beata Chiara l’ho scelta perché mi aiuti nell’apostolato che svolgo presso i nostri alunni, piccoli e grandi. Nella Quaresima di quest’anno vorrei stimolare il fervore dei nostri alunni (dalla scuola materna alla maturità), dando loro l’esempio molto attuale della Beata. Ci insegna che si può essere profondamente felici e andare controcorrente di fronte al mondo ostile al Vangelo, se Gesù ci è davvero amico. Sono convinta che Chiara può svolgere un ruolo significativo per i giovani di oggi. Sr. Marie R.- Francia

Mi rivolgo a Chiara Luce che ha saputo offrire a Dio le sue sofferenze per la conversione dei peccatori e che ora vede Dio faccia a faccia, perché interceda a favore di mio figlio che è lontano dalla Chiesa: possa sperimentare quell’incontro che cambia la vita. Carla D’A.

Ogni giorno penso a Chiara, e cerco sempre di raccontare la sua storia a chi non la conosce. Ogni giorno che passa mi sento migliorare; sento un continuo cambiamento e imparo qualcosa di nuovo, tenendo sempre presente la sua testimonianza. Federico – Valenza

Anche noi, Giullari di Dio, insieme a voi tutti e con la Madre Chiesa ricordiamo il dono della vita di Chiara. Grazie, Gesù, per una perla così preziosa… Insegnaci, amata Chiara, a dire anche noi, con la nostra vita: “per te, Gesù!”. Mary L. – Torino

 

■  Uno sguardo luminoso io conosco:  è di occhi giovani che esistono ancora!

    Sa di parole dolci che inondano l’aria.  E l’Infinito si svela incontrandosi con lei.

    La sua voce è Chiara e il suo viso è Luce.  Il Paradiso sembra esser sceso tra noi,

    se guardo quegli occhi  che dicono: Felicità!

                                                                                    Luca Caiazzo – Mondragone