Nasiriyah: Associazione Coletta

Luce d'Amore - Onlus

Nasiriyah: Associazione Coletta

LAssociazione Coletta “Bussate e vi sarà aperto” è stata fondata nel 2005 da Margherita Caruso 
in memoria del marito, il  Brigadiere dei Carabinieri Giuseppe Coletta,
deceduto nei tragici eventi di Nassiriya del 12 novembre 2003. 

Commovente quanto ci scrive, dopo un appassionato colloquio telefonico, la signora Margherita.

Davvero Dio opera meraviglie attraverso chi ricambia con l’amore l’odio:
dal dolore, accolto in Cristo e offerto a Dio, possono nascere solo frutti di pace!

 

 

“Dalla strage di Nasiriyah”, avvenuta dieci anni fa e in cui rimasero uccisi mio marito Giuseppe e i suoi 18 colleghi –tra militari e civili che operavano in quella terra, unicamente in nome della vera pace- è sorta l’Associazione con scopi umanitari per dimostrare che la morte si vince con opere di vita e che, come ricorda spesso Papa Francesco, non dobbiamo essere cristiani da salotto né farci rubare la speranza.

Anche dal male si può trarre il bene! Perciò, oltre ad avere aiutato molte famiglie italiane in stato di necessità, e operato in altri luoghi, abbiamo realizzato nel Burkina Faso (Africa Ovest) la costruzione di cinque pozzi; un orfanotrofio e un refettorio; inoltre, è in via di costruzione un piccolo ospedale.  

Mi è caro informarvi che uno di questi pozzi porta il nome della beata Chiara. Lei, che è stata ed è un grande esempio di vita, può dar vita a tanti piccoli che muoiono per malattie parassitarie intestinali che da noi verrebbero curate con dei semplici fermenti lattici, mentre lì muoiono per non avere acqua potabile a disposizione.

Tutto ciò verrà relazionato nel secondo libro che presto uscirà in nome di mio marito e di questi operatori di pace. Ci sarà pure un toccante capitolo sulla morte per leucemia del mio bambino, scomparso a sei anni poco prima che il suo papà lo raggiungesse in Cielo. Ma anche questo racconto sarà scritto solo in chiave di bene e di fiducia nel Signore. Margherita

 

 

Siamo profondamente grati a Margherita, che ci ha resi partecipi con la sua testimonianza di fede,
di quest’opera di fraternità sorta su macerie fumanti di odio e di violenza
per dar vita a un’alba luminosa di pace!