E dopo Trento… Roma! – Luglio 2014

Luce d'Amore - Onlus

E dopo Trento… Roma! – Luglio 2014

Stadio Flaminio – Sorge all’estremità occidentale del quartiere Parioli. Progettato dall’architetto Antonio Nervi con la collaborazione del padre, il famoso Pier Luigi, fu realizzato tra il 1957 e il 1958 sull’area del preesistente Stadio Nazionale e destinato agli incontri del torneo olimpico di calcio del 1960. Secondo stadio per capienza della capitale dopo l’Olimpico, il 17 agosto 2000, nel contesto della Giornata Mondiale della Gioventù e al cuore del Grande Giubileo, ospitò il Genfest, la manifestazione periodica dei giovani dei Focolari.

 

Circa 25 mila quelli di loro intervenuti dai cinque continenti, per partecipare ad un programma di testimonianze, musiche e coreografie che avrebbe segnato una tappa “storica” per questo genere di meeting. Per l’occasione, venne presentata per la prima volta ad un così vasto pubblico di teenagers la “scelta di santità” di una gen di Sassello, Chiara ‘Luce Badano’, ora Beata. 

Attesissimo l’intervento di Chiara, che fra l’entusiasmo generale illustrò la “meravigliosa storia” iniziata a Trento dai giovani di ieri, e di cui lei era testimone, storia «continuata poi con la collaborazione dei giovani d’oggi».

Agganciandosi poi all’avventura di Fontem e del popolo bangwa, Chiara lanciava il nuovo Progetto Africa, concludendo con questa consegna: «Amiamo, carissimi giovani, continuiamo ad amare, e il mondo intero cambierà. Amiamo e concorreremo a costruire la “civiltà dell’amore” che il nostro pianeta, pur nelle sue tensioni, ma anche nelle sue attuali aperture e possibilità, attende».

Fonte: romaamor.org