Riccione: al Liceo Volta un incontro per conoscere la Serva di Dio Chiara Badano

Luce d'Amore - Onlus

Riccione: al Liceo Volta un incontro per conoscere la Serva di Dio Chiara Badano

“Un antidoto al mal di vivere: la croce e la gioia in Chiara Luce Badano”

   La platea è quasi interamente composta di giovani, anzi giovanissimi; circa 250. In un clima di assoluto silenzio e profonda partecipazione. L’incontro ha avuto l’appoggio di tutti i parroci di Riccione, insieme agli educatori delle rispettive parrocchie.

   Mariagrazia Magrini ci ha illustrato le tappe fondamentali della vita di Chiara: un’esistenza ordinaria, trascorsa in modo straordinario alla luce della parola di Dio e dell’amore per gli altri, accettando con gioia anche l’esperienza del dolore con un sì incondizionato alla volontà di Dio.

   Non può non interpellare ognuno di noi ad essere santo. Siamo il futuro, e dobbiamo avere il coraggio di prendere la sua fiaccola come il testimone di una staffetta: fiamma della speranza, unico fuoco capace di illuminare la vita.

                                                                                                    Sara Urbinati

 

   Dopo l’incontro ho avuto modo di scambiare qualche impressione con alcuni ragazzi. La reazione è stata unanime: la commozione era scoppiata, la comunione con Chiara Luce era nata.

   Chiara mi ha fatto unire di più a Gesù. Il fascino innegabile della figura di lei mi ha fatto percepire ancora una volta.la chiamata che Gesù mi rivolge: essere tutto suo, e quindi santo.

   Quella di Chiara è una santità quotidiana fatta di attenzione alle persone. E’ nell’oggi che dobbiamo amare, e l’oggi non ha nulla di spettacolare: è la persona poco desiderata, è il sorriso che ti viene chiesto, è la sofferenza che non si prevedeva. Ciò fa ricordare il proposito di Papa Giovanni XXIII: “Voglio essere buono, sempre e con tutti”.

                                                                                                   Don Cristian

 

   “La vita di Chiara, tutta spesa per il Signore, rappresenta una testimonianza eccezionale. Fin da questo primo incontro, è diventata per me un modello di vita.

   Questo è il dono più bello ricevuto in quella serata: ho visto Chiara come un modello spirituale con cui confrontarmi, ed ha fatto nascere in me il desiderio di seguire il Signore, avendo vicina questa nuova amica”.

                                                                                                    Saul Bazzotti

Venerdì 10 marzo all’auditorium del Liceo A. Volta a Riccione