Irradiare il messaggio di Chiara – Anno 2006

Luce d'Amore - Onlus

Irradiare il messaggio di Chiara – Anno 2006

 

 

*Il 28 febbraio la figura di Chiara è stata presentata nella parrocchia di Brivio (CO) ad una folta platea nel salone parrocchiale. Su “Chiara Badano, luce di speranza, hanno riferito Mons. Maritano e Mariagrazia Magrini, seguiti da alcuni interventi degli ascoltatori. Il tutto si è svolto in un clima di viva partecipazione e commozione. Insieme agli effetti spirituali dell’incontro, è da segnalare la collocazione dell’immagine nella cappella del Rosario della chiesa parrocchiale.

* In altre sedi la figura di Chiara è stata illustrata per iniziativa della Postulazione: Torino, Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione; S. Mauro-Fraz.Sambuy (TO). In alcune parrocchie l’esempio di Chiara Luce è stato portato a bambini, ragazzi e cresimandi: Torino, parrocchia S. Agnese; Cambiano (TO); Carrù (CN); Pancalieri (TO); Cavour (TO);

* Il 29 marzo a San Remo, nel Carmelo S. Elia, la vicepostulatrice ha tracciato un profilo di Chiara. Sono seguiti momenti di riflessione, trasformatisi in promessa di preghiera, affinché la Causa della Serva di Dio porti molto frutto.

*In varie sedi don Carlo Seno ha replicato il concerto sulla figura di Chiara Luce, con notevole e commossa partecipazione di pubblico: Spirano (BG); Milano, parrocchia Quattro Evangelisti; Legnano (MI); Ivrea (TO); Torino; Civate (LE); Milano, parrocchia S. Dionigi; Tesserete (Svizzera).

*Come si legge sul giornale della diocesi di Acqui, il 3 giugno, nella veglia di Pentecoste, si è presentato il tema della carità: “L’avete fatto a me”, cioè l’amore di Dio vissuto nella quotidianità; il filo dominante che collega Gesù e i Santi. Le offerte raccolte nella “cena del digiuno” sono state destinate al Progetto Bénin Chiara ‘Luce’ Badano.

Bambini ospiti nel Centro Chiara ‘Luce’ Badano – Bénin

Chiara,“lievito” della civiltà dell’amore, che fin da piccola aveva appreso a scoprire il volto di Gesù nell’altro, durante la sua breve vita ha sempre sostenuto i bimbi dell’Africa. Questa la breve preghiera elevata al Signore dai ragazzi della diocesi: “Perché l’esempio della Serva di Dio Chiara Badano, illuminata dallo Spirito Santo che invocava fin da bambina, possa es-sere guida preziosa per il nostro cammino spirituale. E nutriti quotidianamente dall’Eucaristia possiamo diventare, come lei, testimoni credibili del Vangelo verso i nostri fratelli”.

*Ringrazio Iddio per il vostro incontro di ieri 28 luglio, a Leggiuno (Varese), con i sacerdoti provenienti da varie nazioni per il Corso destinato ai formatori e responsabili di Seminari. è stata un’occasione bellissima per ammirare l’opera dello Spirito Santo nel cuore di una ragazza del nostro tempo. L’esempio di santità di Chiara ci aiuta ad aprire di più il nostro cuore alla grazia”.

Francisco Mateos, LC

* Nella prima settimana di agosto si è tenuto un corso di Esercizi spirituali a Laveno (Varese) presso  “Villa Immacolata” per le consacrate dell’Istituto Secolare A.R.A. Si è dedicata una serata a illustrare la testimonianza della Serva di Dio.

 

*L’11 agosto, festa di S. Chiara, nella casa di Esercizi “S. Ignazio” di Lanzo Torinese, durante il Ritiro spirituale promosso dalla parrocchia S. Domenico Savio di Asti, su richiesta dei presenti è stata nuovamente illustrata la vita e la spiritualità di Chiara Badano.

 

*Il 17 agosto presso l’Abbazia di Clervaux nel Principato di Lussemburgo, hanno avuto luogo vari colloqui con l’Abate e alcuni monaci già informati e vivamente interessati alla figura di Chiara.

* Nel corso dell’estate, in Monzambico nella località Quelimane, è stata inaugurata una scuola materna intitolata a Chiara Luce, per iniziativa dei padri cappuccini e di fra Onofrio .

 

* Il 24 agosto, nella chiesa parrocchiale di Sassello, don Carlo Seno ha replicato il concerto sulla figura di Chiara Luce alla presenza di un folto pubblico di residenti e villeggianti. La serata ha coinvolto  l’assemblea in un’atmosfera di intensa spiritualità e commozione.

* Il 10 settembre, nella parrocchia di Sambuy –Comune di S. Mauro Torinese- tra le iniziative per la festa patronale, si è intitolato l’oratorio intestato alla Serva di Dio.

 

 * Nel mese di ottobre nella parrocchia di Barano d’Ischia, in occasione della Messa  celebrata da un novello sacerdote, i giovani hanno presentato alcune figure di Santi, tra i quali la nostra Serva di Dio.

   Sempre nell’isola, nella parrocchia di S. Antonio Abate, è stata approfondita la testimonianza di Chiara, nel quadro delle iniziative per il mese missionario, come pure negli incontri di catechesi ai preadolescenti e ai giovani.

*A Pianezza (Torino) il 25 e 26 novembre i Giullari di Dio hanno voluto imperniare sulla figura di Chiara un ritiro spirituale di due giorni. Chi sono? Circa 150 volontari che, riuniti in un’associazione si ispirano alla spiritualità di S. Francesco d’Assisi –il giullare di Dio, modello di semplicità e di gioia per l’amore a Gesù- e si impegnano ad offrire il proprio servizio presso l’ospedale Mauriziano di Torino e la Casa circondariale minore della città. Tra sorrisi e musica, col naso rosso dei clown, tanti palloncini colorati e molta gioia, incontrano settimanalmente quei luoghi di sofferenza portando con umiltà la propria testimonianza cristiana, nel desiderio di condividere, come S. Francesco, la gioia e l’amore di Dio. Il loro desiderio è di andare incontro al Cristo che ha il volto di chi soffre.

Un giorno nel partecipare ad un incontro di preghiera videro una grande foto bella e luminosa di Chiara Badano. Si dissero: chi è quella ragazza? Trovarono la risposta in un libricino che raccontava la sua avventura, come uno «stare al gioco di Dio». A seguito della lettura, un pianto di gioia fece dire a loro: “Se ha potuto lei, possiamo tutti diventare santi!”.