La testimonianza di Piero, diacono di Ancona

Luce d'Amore - Onlus

La testimonianza di Piero, diacono di Ancona

Stralcio della testimonianza del diacono Piero Alfieri poco prima di raggiungere Chiara in Cielo. È un inno di lode a Dio nei suoi santi!

“… Innanzitutto, anche se in ritardo, ti faccio tanti auguri per un SANTO NATALE e per un NUOVO ANNO 2016 vissuto all’insegna dell’amore. Ma non c’è bisogno di augurare a te che sei propagatrice di amore e di luce. Io sto affrontando un momento difficile, anche se con serenità a causa di un tumore che mi è stato diagnosticato alla fine dell’intestino. Sto abbastanza bene, certo in questi giorni sono tanto debole, avendo fatto la chemio martedì scorso e sai, gli effetti collaterali si fanno sentire.

La fede in Gesù e nella Madonna, l’amore della mia famiglia, della mia comunità e di tutti i miei studenti, mi incoraggiano tanto a lottare. Guardo avanti, mettendo tutto nelle mani del Signore e anche dei medici. Sai, proprio oggi ho letto e condiviso su face book una frase di Chiara Luce (che è nel mio cuore ogni secondo) in cui lei diceva che nel pregare non chiedeva al Signore il miracolo della guarigione, le sembrava di forzare a Gesù la mano: se tutto ciò rientrava nei suoi piani andava bene, la cosa più importante era vivere santamente questa situazione.

Mi ha fatto effetto questa frase, Mariagrazia, perché è ciò che provo anch’io. Quando mi trovo a pregare o gli altri mi dicono che pregano continuamente per me, mi viene da dire: ma io chi sono che dovrei guarire, farà il Signore secondo i suoi piani… L’importante è che mi aiuti a vivere in modo autenticamente cristiano questa situazione. E sento che questa forza non viene da me, che sono fifone di fronte alle malattie, ma viene da Dio; sono convinto, viene da Chiara Luce di cui sono innamorato.

È forte in me anche il ricordo del carissimo e dolcissimo Mons. Maritano che è vicino a Dio e a Chiara: non si stancheranno mai di pregare per tutti. Grazie ancora Mariagrazia, se fai visita sulla tomba di Chiara metti un fiore da parte mia.

Ti abbraccio con tanto bene, e grazie di tutto ciò che fai e che sei“. PIERO, diacono di Ancona