Voci di riconoscenza e supplica – Anno 2005

Luce d'Amore - Onlus

Voci di riconoscenza e supplica – Anno 2005

Cara Chiara, da quando ho conosciuto la tua storia facevo ben altro che pensare a quanto sarebbe stato bello poterti conoscere. Ora voglio ringraziarti dal più profondo del cuore per la tua testimonianza cristiana di fede. Spero di continuare la mia vita seguendo i tuoi insegnamenti. Grazie per avermi mostrato la via della santità e l’amore estremo verso il prossimo che ti ha accompagnato per tutta la vita. Sono sicuro che se mai tornerò a perdermi nel buio e nel freddo, con il tuo aiuto riuscirò sempre a trovare la strada giusto”. Gabriele

Nell’ascoltare l’esperienza di Chiara ho capito che per essere un vero cristiano non basta andare a Messa ogni domenica e amare solo alcuni, ma occorre amare tutti e accettare sempre la volontà di Dio, come ha vissuto Chiara. Mi proverò a vivere così. La ringrazio di avermi aperto gli occhi”.  Massimo, 14 anni

Io ho un rapporto molto diretto con Chiara, le parlo, le chiedo consiglio. A Sassello ho riscoperto la grazia immensa del fratello: il dono di avere delle persone accanto con le quali condividere tutto. Ho ricostruito dei rapporti; quelli vecchi sono diventati diversi, illuminati dalla luce di Chiara. Riesco a vedere i fratelli con occhi nuovi, e anche per questo non smetterò mai di ringraziarla”. Corrado

Ora per me Chiara è la migliore amica. Quando prego, anche nel corso della giornata, parlo con lei e mi confido. Sento di dover cambiare, di diventare più tollerante e di amare di più”. Roberta, 14 anni

Merita veramente di conoscere Chiara e, per quanto possibile, imparare la sua generosità e l’adesione piena alla volontà di Dio. Preghiamola perché ci aiuti a diventare santi nonostante le nostre difficoltà”. Angela – Mortara

 Ci siamo rivolti a te, per chiederti che ciascuno di noi possa capire che cosa vuol dire «Fìdati di Dio». La tua affermazione «Io ho tutto» ci fa riflettere sulle nostre scelte, e purtroppo dobbiamo ammettere che non abbiamo ancora quel tutto che ti ha riempito di gioia e di speranza, il tuo Gesù. Aiutaci con la tua intercessione ad ottenere la grazia di una vera conversione all’amore di Gesù. I parrocchiani di Bergeggi

Siamo qui, io e un mio figlio, a pregare perché tu possa intercedere per mia figlia che si sta perdendo giorno dopo giorno: è figlia di questo mondo, dedita ai vizi e già malata di depressione. Noi ci sentiamo impotenti. Chiedi a Gesù la grazia della conversione di lei e di tutta la nostra famiglia. M.                                                                               

 Io ero un ragazzo che non conosceva Dio. O meglio, l’avevo perso negli anni dell’adolescenza e la mia si trascinava fra alti e bassi, senza particolari obiettivi e ideali. Gesù però ha bussato alla porta del mio cuore e, dopo un periodo di riavvicinamento mi ha fatto conoscere te, Chiara, affinché tu diventassi esempio per la mia vita. Da quando sei con me la mia fede ha avuto una vera impennata: sento che mi guidi giorno per giorno; ti sento viva accanto a me; sei una vera amica! Ti parlo e mi dai consigli; se sono triste mi consoli. La mia vita è cambiata tantissimo: ero uno dei “lontani” che tu hai preso per mano e mi porti vicino all’Amore”.  M. Z.

Chiara, tu sei come un faro nella notte, un raggio di luce durante un temporale, un esempio da seguire. Ho 32 anni. Mi sto avvicinando a Gesù, o meglio vorrei farlo, ma più passano i giorni più mi rendo conto di non essere degno della sua considerazione. Sono il classico ragazzo superficiale, vanitoso e superbo, come purtroppo si trovano un po’ dovunque al giorno d’oggi. Mi sto dicendo però che la mia vita non può passare così. Non posso trascorrere le giornate in giro a cercare ammirazione o chissà che altro di superficiale; devo fare di più. Ti lascio, Chiara, questa mia richiesta, di farmi diventare uomo. Non mi interessa se non sarò alla moda, non mi interessa se non piacerò più. So solo che vorrei essere fiero di me, fare qualcosa che faccia star bene le persone che mi sono vicine. Ti chiedo di farmi conoscere l’amore: quello vero, e non quelle porcherie che propinano la televisione e le persone intorno a noi. Ti chiedo la forza, tanta forza per poter dedicare a Dio qualcosa di buono. Ti chiedo insomma di essere un po’ simile a te. Io posso solo pregare per te e sperare che tanti giovani ti prendano come esempio. Grazie di essere così, per l’esempio che ci hai lasciato. Massimo

Mi sono imbattuto in te casualmente alcuni mesi or sono e, quasi senza rendermi conto, sei entrata nella mia vita. E’ sorto in me il desiderio di approfondire la tua conoscenza. Nel mio caso, l’incredulità religiosa non ha fatto velo alla sensibilità dell’uomo, e la tua vicenda umana mi ha particolarmente commosso: una grande testimonianza di vita, al cui confronto le nostre quotidiane vicende appaiono insignificanti e meschine: davanti alla tua tomba provo un profondo senso di pace e serenità”. Luciano

Ti ringrazio, Chiara, di avermi accompagnata in modo speciale durante la malattia. Nell’attesa dell’intervento ho fatto conoscere a tutti i presenti la tua esperienza: il tuo messaggio di amore e di fiducia in Dio è passato ai medici, paramedici, ammalati e parenti. Sei stata il punto di riferimento nei lunghi giorni di degenza: ho ripensato ai tuoi ricoveri e agli interventi chirurgici così dolorosi. Voglio ringraziare il Signore perché tu sei un dono prezioso per la nostra vita”. Milly

La mia vita è cambiata da quando ho conosciuto la storia di Chiara: ho trovato il mio vero ideale.  Chiara è un angelo nella mia vita”.  Maria Craibas  

Cerco di raccontare agli altri la storia di Chiara Luce perché la sua vicenda mi ha fatto trovare la verità nella mia vita; mi ha fatto vedere che cosa è un cristiano vero.  Veronica Craibas